skip to Main Content

Con la presente intendiamo informarvi circa le modalità di reimpiego delle traverse ferroviarie in legno usate, impregnate con preservante a base di creosoto.

Le traverse ferroviarie resistono più a lungo all’azione degli agenti atmosferici perché impregnate da un gruppo di sostanze – genericamente indicate con il nome di creosoto – che proteggono il legno da batteri, muffe, funghi, ecc., e tendono ad impedire la penetrazione dell’acqua, limitandone l’azione disgregante degli agenti atmosferici. Queste sostanze che allungano la vita media del manufatto in legno, possono essere pericolose se non utilizzate secondo date modalità e condizioni dettate dalle relative leggi.

Tenuto conto di ciò il Legislatore (Decreto del Ministero della Salute 17 aprile 2003 – G.U. n. 185 del 11 agosto 2003) ha limitato l’utilizzo delle traversine, indicando, con precisione, i casi in cui non si possono utilizzare le traverse ferroviarie.

Nello specifico il legno trattato con creosoto non si può usare:

  • all’interno degli edifici, indipendentemente dalla loro destinazione;
  • Per giocattoli;
  • Nei campi da gioco
  • In parchi, giardini e altri luoghi di pubblica ricreazione all’aria aperta in cui vi è il rischio di frequenti contatti con la pelle;
  • Per la fabbricazione di mobili da giardino, quali tavoli da pic-nic;
  • Per la fabbricazione, l’uso e qualsiasi trattamento di: 1 -Contenitori destinati a colture agricole; 2 -Imballaggi che possono entrare in contatto con prodotti grezzi, intermedi, finiti destinati all’alimentazione umana e animale; 3 – Altri materiali che possono contaminare i prodotti sopracitati.
traverse ferroviarie legno 01
traverse ferroviarie legno 02
traverse ferroviarie legno 03

Di conseguenza l’impiego delle traversine è consentito nei seguenti casi, qui di seguito elencati a mero titolo esemplificativo e non esaustivo: lavori forestali, staccionate, palizzate, usi agricoli, usi florovivaistici, attrezzature equestri, opere ferroviarie, contenimento terra, contenimenti di strade, paravalanghe, linee di comunicazione e trasporto energia elettrica, porti e vie fluviali, pianali per l’industria marmifera, protezioni per piste sciistiche, barriere stradali, barriere antirumore, ecc.

Il sottoscritto si avvale di regolare certificazione allegata alla ft. di acquisto, che ottempera alla normativa vigente ed esercita la propria attività in forza di varie autorizzazioni rilasciate dalla provincia di Como (P.D. n°20/A/ECO del 01° marzo 2003 di rettifica ed aggiornamento del P.D. n° 40/A/ECO del 13 luglio 2011 – n. 108/A/ECO del 12 novembre 2009 – P.D. Settore Ambiente n. 15 del 20 marzo 2009).

Le traversine commercializzate dal sottoscritto sono state trattate dagli operatori del settore ferroviario in data antecedente al 31 Dicembre 2002.

Materiale visto e piaciuto come giace in deposito e con particolari caratteristiche non si accettano eventuali resi di materiale.  DOMUS MATERIALI di Andrea Contini

Back To Top